0

I NOMI DERIVATI

Come abbiamo visto, i nomi sono formati da una parte invariabile, la RADICE, e da una parte variabile, detta DESINENZA.

I nomi PRIMITIVI sono quelli formati soltanto dalla radice e dalla desinenza e non derivano da altre parole.

I nomi derivati sono formati dalla stessa radice di un nome primitivo, ma con l’aggiunta di un prefisso (una parte che si mette all’inizio della parola) o di un suffisso ( parte che si mette dopo la radice), oppure di entrambi, diventano parole con un significato diverso da quello del nome primitivo dal quale derivano.

Facciamo un esempio:

dal nome primitivo CARTA derivano i nomi CARTOLAIO, CARTOLINA, CARTOLERIA che hanno significati diversi.

Continua a leggere

Annunci
0

SAI DOVE SI TROVA?

In questo simpatico gioco, dovrai collocare sulla cartina dell’Italia

alcune importanti città.

Clicca la posizione sulla cartina utilizzando il mouse.

Il computer ti dirà a quale distanza, dalla posizione in cui l’hai collocata tu,

si trova effettivamente quella città.

Se ci sei andato vicino, otterrai molti punti!!

Se trovi precisamente la posizione…. beh…. sei proprio un grande!!!!!!!!

freccia_giu

http://www.giochi-geografici.com/giochi-geografia-Citta-d-Italia-Junior-_pageid40.html

0

I NOMI ALTERATI – classe terza

Come sai, il nome è formato da una parte invariabile detta RADICE, e una parte variabile che è la DESINENZA:

GATTO

GATTA

GATTI

GATTE

Gatto è un nome PRIMITIVO, cioè formato dalla radice e dalla desinenza e che non deriva da alcuna parola.

Se aggiungiamo alla radice GATT il suffisso IN e la desinenza O, abbiamo la parola GATTINO (piccolo,  gatto).

Se aggiungiamo alla radice GATT  il suffisso ACCI e la desinenza O, abbiamo la parola GATTACCIO ( brutto, cattivo gatto).

Se a GATT aggiungiamo il  suffisso UCCI e la desinenza O, abbiamo un GATTUCCIO (graziozo gattino). Continua a leggere

0

L’ANGOLO DEI BAMBINI

NON MI PIACCIONO I LITIGI

Non mi piacciono i litigi

Né fra compagni né con gli amici

Né con mamma né con papà,

con mia sorella per carità!

Ai litigi darei un calcio in pancia,

sulla gamba, sulla faccia.

Quando litigo mi sento arrabbiato

Mi copro la faccia, mi sento trasformato.

Poi mi rilasso e mi rimetto a letto,

forse dormo, di certo aspetto.

Aspetto che mi passi, brutta rabbia,

sennò sembra che sono in una gabbia.

Mi metto a suonare,

vado a dormire,

mi sveglio, mi vesto

e poi vado a scuola.

Faccio uno squillo per dire a mio padre

che stamattina vado al mare.

Non mi piacciono i litigi

né fra compagni né con gli amici.

Oooooohh,yeaaaaaaa!!!

Rap di Francesco Buccioli

classe terza

1

IL NOME – CLASSE TERZA PARTE SECONDA

IL NOME : GENERE E NUMERO

Di solito, il genere e il numero dei nomi è identificabile osservando la loro desinenza.

Il nome infatti contiene una parte iniziale che si chiama radice e che resta invariata e una parte finale, detta desinenza, che cambia in base al genere e al numero.

Esempio:

BAMBIN-O genere: maschile, numero: singolare

BAMBIN-A genere: femminile, numero: singolare

BAMBIN-I genere: maschile, numero: plurale

BAMBIN-E genere: femminile, numero: plurale

Di solito quindi, dalla desinenza puoi capire se il nome è maschile o femminile.

Questo non vale per i nomi che al maschile e al femminile diventano parole completamente diverse:

MARITO – MOGLIE

SORELLA – FRATELLO

PADRE – MADRE

UOMO – DONNA

TORO – MUCCA

MASCHIO – FEMMINA Continua a leggere

0

GIOCHIAMO CON LE QUATTRO OPERAZIONI

image

SCEGLI UNA DELLE QUATTRO OPERAZIONI

ADDIZIONE – SOTTRAZIONE – MOLTIPLICAZIONE – DIVISIONE

ED IL LIVELLO DI DIFFICOLTA’

“EASY” (FACILE) – “MEDIUM” (INTERMEDIO) – “HARD” (DIFFICILE).

AIUTA LA SCIMMIA A PORTARE LE MELE LONTANO DALLE GRINFIE

DEL COCCODRILLO,  CLICCANDO IL RISULTATO DELL’OPERAZIONE

SUI NUMERI  SCRITTI SOPRA I CESTINI.

PER GIOCARE CLICCARE QUI SOTTO.

http://lnx.sinapsi.org/public/operazioniconmele.swf
0

IL NOME (classe terza-prima parte)

IL NOME

Il nome è quella parola che all’interno della frase serve ad indicare tutto ciò che esiste e che si può percepire con i sensi (persone, animali, cose, luoghi), e tutto ciò che pensiamo o proviamo (sentimenti, idee).

Il nome è una parte variabile del discorso, infatti può essere di genere maschile o femminile, e di numero singolare o plurale.

Come hai già studiato, i nomi possono essere comuni o propri.

I nomi comuni indicano genericamente persone animali o cose.

I nomi propri identificano precisamente una certa persona, un particolare animale o una cosa, distinguendola dalle altre della stessa categoria.

Facciamo un esempio.

Una classe è formata da tanti bambini e bambine.

Bambino/a è un nome comune e si riferisce a tutti gli alunni.

Tuttavia ogni bambino ha anche un nome proprio, che lo identifica e lo distingue dagli altri.

Quindi in una classe di bambini, uno si potrà chiamare Matteo, uno Enrico, uno Francesco…

gatto-che-dorme Pallino è un gatto.

Il suo nome comune è gatto.
Il suo nome proprio è Pallino.

Continua a leggere

0

“SPARA” AI SINONIMI E AI CONTRARI

mirinoR

“SPARA” ALLA RISPOSTA GIUSTA.

ISTRUZIONI E INFORMAZIONI DEL GIOCO

  1. PREMI IL TASTO “START” (VIA) E POI IL TASTO “CLICK HERE TO START” (CLICCA QUI PER PARTIRE).
  2. LEGGI LA DEFINIZIONE O LA DOMANDA IN BASSO, INDIVIDUA LA RISPOSTA GIUSTA E “SPARAGLI” PUNTANDO SULLA STESSA IL MIRINO.
  3. ATTENZIONE ALLE MUNIZIONI E AL TEMPO.
  4. PIU’ SEI BRAVO E PIU’ VAI AVANTI NEL GIOCO.
  5. IL LIVELLO DI DIFFICOLTA’ DI QUESTO GIOCO E’ MOLTO ELEVATO.
  6. ALLA FINE DEL GIOCO PUOI SCRIVERE IL TUO NOME E VEDERE DOVE SI COLLOCA IL TUO PUNTEGGIO IN GRADUATORIA.

PER INIZIARE IL GIOCO CLICCA QUI.

freccia_giu_animata_1_

http://www.classtools.net/widgets/quiz_84/SPARA_AI_SINONIMI_E_AI_CONTRARI__maestrapamwordpresscom_SC5WR.htm

Oggetti248

0

CRUCIVERBA DI SINONIMI E CONTRARI

SINONIMI E CONTRARI

PER FARE IL CRUCIVERBA DI PAROLE CLICCA SOTTO

freccia_giu_animata_1_

https://crosswordlabs.com/view/cruciverba-sinonimi-e-contrari
ISTRUZIONI PER LA RISOLUZIONE DEL CRUCIVERBA ON-LINE
  1. Fare clic su una cella della griglia di cruciverba
  2. La cella attiva è evidenziata in blu
  3. Inizia a digitare la parola
  4. Premi il tasto “Enter” (Invio) dopo che hai scritto la parola
  5. Dopo aver cliccato “Enter” la parola diventa verde se è giusta e rossa se è sbagliata
  6. Nella sezione delle definizioni “across” sta per “orizzontale” e “down” sta per “verticale”