L’UOMO BIANCO – UN POSSIBILE FINALE…

Di seguito all’articolo L’UOMO BIANCO – DALL’IMMAGINE AL TESTO NARRATIVO (clicca) ho scritto una possibile conclusione del racconto. Presi una decisione. Volevo andare a vedere da vicino che cosa stesse succedendo, così indossai il primo maglione che mi capitò a tiro, attesi che mia madre fosse di spalle e sgattaiolai fuori dalla porta, sul pianerottolo. Tutto il palazzo era avvolto nel buio e per la prima volta mi accorsi di quanto può fare paura il silenzio. Iniziai a scendere le scale accendendo la luce che si spegneva di tanto in tanto. Ma giunto al portone d’ingresso ebbi un attimo di esitazione: forse … Continua a leggere L’UOMO BIANCO – UN POSSIBILE FINALE…

AUTUNNO IN PROSA

MARE D’AUTUNNO Venne l’autunno: si era levato il primo vento gagliardo (forte, vigoroso). In cielo si incalzavano (si rincorrevano) lembi di nuvole sottili e grigie.  Il mare fosco (scuro), sconvolto, era tutto coperto di schiuma. Onde altissime si avvicinavano con terribile, inesorabile (implacabile) calma, si incurvavano maestosamente formando una cavità (incavatura) verde, cupa, lucida come il metallo, poi si rovesciavano sulla spiaggia con fragore di tuono. La stagione era finita. Quella parte di spiaggia di solito gremita (affollata) d’una folla di bagnanti, già quasi sgombra (libera, vuota) di cabine, pareva ormai morta. Ogni tanto un gabbiano sfrecciava sul mare gettando … Continua a leggere AUTUNNO IN PROSA

AUTUNNO IN PROSA

CADONO LE FOGLIE Un lungo mormorio, un sussurro continuo correvano per il bosco: parole di congedo delle foglie, che cadevano dai cespugli e dagli alberi. Una volta avevano frusciato, sotto il venticello che le agitava, la canzone della loro forza vitale, una canzone con molte strofe: dal tenero sussurro allo stormire cupo e doloroso. Quando germogliavano sotto l’invito e il bacio del sole primaverile, erano d’un verde pallido, quasi giallo, come il cielo all’inizio del giorno. Saldamente attaccate ai rami, ai ramoscelli sottili,  si sarebbe detto che dovessero essere eternamente giovani. Poi, crescevano e diventavano d’un verde più intenso. Alcune … Continua a leggere AUTUNNO IN PROSA

L’AUTUNNO IN PROSA

I COLORI DEL BOSCO Il bosco in autunno è il trionfo dei colori. Nel tetto verde che prima ondeggiava lassù si sono infiltrati il giallo, il rosso, l’arancione e il violetto. I pioppi, che circondano lo stagno, seminano una moltitudine di foglie gialle, simili a monete d’oro abbandonate sul muschio di velluto scuro. E’ il momento in cui compaiono i funghi; essi spuntano tutti insieme. Ecco il porcino con il cappello color tonaca di cappuccino con il grosso piede color avorio; ecco il gallinaccio con il collaretto color arancione tutto piegoline, come le cuffie delle contadine antiche; ecco l’ovolaccio con … Continua a leggere L’AUTUNNO IN PROSA

LA FAVOLA – LETTURA E COMPRENSIONE

Il leone, la volpe e il cervo Un leone che giaceva ammalato in una caverna, disse alla volpe che gli era affezionata e veniva a visitarlo: “Se tu vuoi che io guarisca e che viva, devi, con le tue dolci parole, abbindolare quel gran cervo che abita nel bosco, e spingerlo tra le mie zampe: ho una gran voglia della sua carne e del suo cuore”. La volpe andò, trovò il cervo che scorrazzava tra i boschi, e, tutta complimentosa, lo salutò, dicendogli: “Sono venuta a portarti una bella notizia. Il leone, nostro re, che, come sai, è mio vicino … Continua a leggere LA FAVOLA – LETTURA E COMPRENSIONE

LA FAVOLA

IL CORVO  E LA VOLPE Un corvo aveva trovato sul davanzale di una finestra un bel pezzo di formaggio e salì sul ramo di un albero per mangiarselo in santa pace. Ed ecco passare di lì una volpe furbacchiona, che, vedendo quel magnifico formaggio, si mise a pensare a come rubarglielo. – Salire sull’albero non posso, dovrò giocare di astuzia. Allora iniziò a lodarlo:- Che belle penne nere hai! Se la tua voce è bella come le tue penne, tu certo sei il re degli uccelli! Ti prego, fammela sentire! Il corvo, sentendosi lodare, non resistette alla tentazione di far … Continua a leggere LA FAVOLA

“A CHRISTMAS CAROL” – RIASSUNTO

   CANTO DI NATALE di Charles Dickens Scrooge era un uomo avaro. Si interessava solo dei soldi e degli affari. Da tempo non si rendeva più conto di quanto tutto questo lo avesse reso arido e solo. ” Oh, certo che Scooge era uno che aveva la mano pesante sul lavoro: un avido, brusco, feroce, indomabile vecchio peccatore! Duro e acuminato come la selce…misterioso, introverso, solitario come un’ostrica. Il freddo che aveva dentro gli gelava i vecchi lineamenti, aguzzava il naso puntuto, raggrinziva le gote, gli irrigidiva il passo; gli faceva gli occhi rossi e le labbra blu, e se … Continua a leggere “A CHRISTMAS CAROL” – RIASSUNTO

IL TESTO NARRATIVO

TESTO NARRATIVO   CHE COS’E’ E’ un testo che racconta un’esperienza personale dello scrittore oppure la storia e le avventure di personaggi reali o fantastici. Sono testi narrativi i racconti, i romanzi, le favole, le fiabe ecc. ELEMENTI ESSENZIALI DELLA NARRAZIONE I PERSONAGGI che possono essere, oltre al protagonista e ad altri personaggi secondari: l’antagonista (personaggio che intralcia il protagonista) l’aiutante (personaggio che aiuta il protagonista) l’oppositore (personaggio alleato dell’antagonista) LE AZIONI CHE COMPIONO I LUOGHI IN CUI SI SVOLGONO LE VICENDE IL TEMPO DURANTE IL QUALE SI SVOLGONO LE AZIONI COME E’ COMPOSTO TITOLO Dal titolo chi legge può … Continua a leggere IL TESTO NARRATIVO

GUIDA PER TESTO NARRATIVO

Serve una guida per scrivere un testo narrativo? Magari per raccontare cosa hai fatto in questi giorni? Eccola qui! Prima di tutto: Ricordati di scrivere con chi eri, dove sei stato e naturalmente quando.   Poi rispondi a queste domande: – Che cosa hai visto? – Che cosa hai fatto? – Che cosa ti ha colpito? – Come ti sentivi (es. allegro, triste, annoiato, felice, solo, divertito, ……altro)? – Qualcosa non è andata come avresti desiderato?   Infine rispondi: – E’ stata una bella esperienza? – Come ti sentivi quando sei tornato a casa?   Aggiungi comunque tutto quello che … Continua a leggere GUIDA PER TESTO NARRATIVO

TRACCIA PER TESTO NARRATIVO

Ecco una traccia che può essere utile per comporre il testo narrativo che i bambini dovranno scrivere dopo aver visitato la “Cantina Ortenzi” sabato 18 ottobre 2014. INIZIO Nella parte iniziale del testo ricordati di mettere con chi eri, quando e dove è successo ciò che vuoi raccontare. Chi? Io e i miei compagni di classe. Quando? Sabato mattina. Dove? Alla Cantina Ortenzi.   SVOLGIMENTO Racconta i fatti che sono accaduti uno dopo l’altro. (Nella sequenza dei fatti puoi usare le parole prima, poi, ad un certo punto, allora, in seguito, infine…) Che cosa hai visto quando sei arrivato? Com’era … Continua a leggere TRACCIA PER TESTO NARRATIVO