0

DIPINGERE COME I GRANDI PITTORI

Studiamo l’uso dei cerchi in pittura, come quella di Vassily Kandinsky o Robert Delaunay , che hanno prodotto una serie di immagini astratte sulla base di cerchi.

CERCHI IN PITTURA

Realizziamo dipinti di paesaggi usando la tecnica e lo stile di Vincent Van Gogh.

VAN GOGH

Creare una immagine con la tecnica del puntinismo utilizzata da artisti come Georges Seurat o Paul Signac.

PUNTINISMO

in precedenti articoli, che ripropongo, ho segnalato altre applicazioni attraverso le quali “dipingere” stile Pop Art, Action Painting, Picasso, Arte Astratta, Mondrian.

POP ART

ACTION PAINTING

PICASSO

ARTE ASTRATTA

MONDRIAN

Annunci
0

L’INVERNO DI EDVARD MUNCH

Edvard Munch è conosciuto per il suo famoso dipinto “L’urlo”, ma ha anche dipinto bellissimi paesaggi e possiamo attraverso di essi apprezzare le qualità espressive che il pittore rivela, soprattutto nelle sue opere dei paesaggi invernali.

Il suo stile è semplificato, stilizzato e fluente, i suoi paesaggi catturano per la quieta bellezza, soprattutto nelle opere che ritraggono i paesaggi invernali notturni.

Essendo norvegese, la neve era una vista comune per Munch.

Si noti il suo personale modo di rappresentare gli alberi.

Con questi dipinti Munch ha veramente celebrato la magnificenza dell’inverno.

Guardiamo questo video con una galleria di dipinti di paesaggi invernali.

L’INVERNO DI EDVARD MUNCH

0

IL MALESSERE ESISTENZIALE DELL’UOMO ESPRESSO DA EDVARD MUNCH – “L’URLO” ANALISI DELL’OPERA

Risultati immagini per fiordi munch

Mi ricordo benissimo, era l’estate del 1893.
Una serata piacevole, con il bel tempo, insieme a due amici all’ora del tramonto. […]
Cosa mai avrebbe potuto succedere? Il sole stava calando sul fiordo, le nuvole erano color rosso sangue.
Improvvisamente, ho sentito un urlo che attraversava la natura.
Un grido forte, terribile, acuto, che mi è entrato in testa, come una frustata. D’improvviso l’atmosfera serena si è fatta angosciante, simile a una stretta soffocante: tutti i colori del cielo mi sono sembrati stravolti, irreali, violentissimi. […]
Anch’io mi sono messo a gridare, tappandomi le orecchie, e mi sono sentito un pupazzo, fatto solo di occhi e di bocca, senza corpo, senza peso, senza volontà, se non quella di urlare, urlare, urlare… Ma nessuno mi stava ascoltando: ho capito che dovevo gridare attraverso la pittura, e allora ho dipinto le nuvole come se fossero cariche di sangue, ho fatto urlare i colori.
Non mi riconoscete, ma quell’uomo sono io. […] L’intera scena sembra irreale, ma vorrei farvi capire come ho vissuto quei momenti. […] Attraverso, l’arte cerco di vedere chiaro nella mia relazione con il mondo, e se possibile aiutare anche chi osserva le mie opere a capirle, a guardarsi dentro. »

Record mondiale all'asta: "L'Urlo" di Munch venduto a New York per 119,9 milioni di dollari

“L’urlo”, olio, tempera, pastello su cartone, 91×73,5cm, 1893.

Oslo, Galleria Nazionale.

IN FONDO ALL’ARTICOLO IMMAGINE INTERATTIVA – ANALISI DELL’OPERA

“L’urlo” di Munch rappresenta la condizione di disagio universale, l’angoscia esistenziale dell’uomo moderno, avvertita in un momento di panico in cui il tramonto si trasforma in un incubo.

Utilizzando un linguaggio fortemente stilizzato l’artista imposta la composizione sulla diagonale del parapetto. La stessa corre lungo il cammino e stabilisce la distanza tra i due uomini che nel margine sinistro si allontanano indifferenti e la drammatica figura dominante in primo piano. La prospettiva dall’alto e l’inquadratura tagliata sulla strada danno l’impressione di trovarsi sull’orlo di un abisso dietro il quale si apre una veduta di Oslo descritta attraverso linee fluide ed ondeggianti. L’artista ha disegnato a destra la collina di Ekeberg a sullo sfondo alcune barche dai profili azzurri in mezzo al mare racchiuso nel fiordo. Il rosso che sovrasta l’orizzonte non è diverso da quello di un tramonto estivo, ma ciò che nel dipinto crea drammaticità è il contrasto con il colore scuro dell’acqua ed il fatto che, riflettendosi sulla staccionata, sembra inseguire la creatura terrorizzata che tiene premute le mani sulle orecchie per non sentire nulla. Attraverso i colori il pittore esprime la sua angoscia esistenziale e per questo motivo sceglie tinte violente e contrastanti che applica con ampie e lunghe pennellate evidenti. Il volto dai lineamenti stilizzati sembra una maschera con occhi allucinati. Questa rappresentazione dell’essere umano tornerà nell’opera “Angoscia”  a proposito della quale l’artista disse: “Mi trovai sul Boulevard des Italiens con migliaia di volti estranei che alla luce elettrica avevano l’aria di fantasmi” .

Citiamo Disperazione, opera del 1892, ambientata nello stesso luogo e nello stesso punto.

Del soggetto rappresentato ne “L’urlo” Munch dipinse altre versioni e, due anni più tardi (1895) trasse una litografia sulla quale scrisse il commento: “Sento il grido della natura”.

ALTRE VERSIONI DELL’URLO

LITOGRAFIA

L’URLO DI MUNCH

ANALISI DELL’OPERA IMMAGINE INTERATTIVA

Saranno l’intensità emotiva, l’attenzione alla psicologia del soggetto e l’uso marcatamente espressivo del colore ad attrarre gli artisti della generazione successiva: i fauves e soprattutto gli espressionisti tedeschi.

0

SILK – INTERACTIVE GENERATIVE ART

SILK – INTERACTIVE GENERATIVE ART

Segnalo questa applicazione on line utilizzabile senza necessità di registrazione con la quale si possono creare immagini dall’aspetto magico. In alto a sinistra clicca sul tasto “Control” e scegli il colore, la simmetria rotazionale, la simmetria verticale. Alla fine puoi condividere il lavoro su social network, generare un link o salvare l’immagine realizzata. Da utilizzare nello studio della simmetria e le sue tipologie.

Sopra e sotto alcune mie “creazioni” dove arte e geometria si fondono.

0

DESCRIBING PEOPLE: IDENTIKIT ON LINE – I NOMI DELLE PARTI DEL VISO E DEL CORPO IN INGLESE

Ti piacerebbe creare un ritratto, magari fare un proprio identikit online e imparare i nomi delle parti del viso, dei capi di abbigliamento ed accessori in inglese? Prova allora la seguente applicazione web!

Risultati immagini per avachara portrait

AVACHARA PORTRAIT

Potrai realizzare facce combinando i vari elementi del viso, scegliendo quindi forma della testa, capelli, occhi e creando così l’identikit di una persona con tanto di capi di abbigliamento e accessori.

Vedrai poco a poco formarsi il ritratto che stai realizzando e alla fine, cliccando sull’immagine della macchina fotografica,  potrai scaricarlo e salvarlo nel pc.

Fai questi esercizi.

Risultati immagini per THE FACE FOR KIDS

LE PARTI DEL VOLTO IN INGLESE

Risultati immagini per The human body parts in English for kids - Anatomy vocabulary

LE PARTI DEL CORPO IN INGLESE

Risultati immagini per the body parts in english

Impara con questo video ricco di immagini i nomi

delle diverse parti del corpo in inglese.

Parts Of The Body in English for Kids

Fai infine anche questi esercizi

Risultati immagini per MY BODY

LE PARTI DEL CORPO, DEL VISO E DELLA MANO

MY BODY AND MY FACE

0

GIORNATA MONDIALE DELL’INSEGNANTE – LA SCUOLA NELL’ARTE

Il 5 ottobre si celebra la giornata mondiale dell’insegnante.

“Questa Giornata commemora la sottoscrizione delle Raccomandazioni dell’UNESCO sullo status di insegnante, la principale  struttura di riferimento per i diritti e le responsabilità dei docenti su scala mondiale, ed ha come obiettivo fondamentale quello di suscitare riflessioni sul ruolo dei professionisti della formazione, sulle sfide che affrontano quotidianamente, sulle difficili condizioni di lavoro a cui sono spesso sottoposti.” 

(Fonte: http://www.unesco.it)

Risultati immagini per LA BAMBINA CHE SCRIVE

VIDEO: LA SCUOLA NELL’ARTE

Per questa ricorrenza propongo una selezione di opere pittoriche che hanno come tema la scuola.

Con l’occasione vi invito a visitare il sito Museo della Scuola – Il museo digitale della scuola italiana , che ha come finalità la realizzazione di un archivio-museo dove la raccolta di documenti, testimonianze e oggetti, costituiscono le fonti per la conservazione e la documentazione della storia materiale, pedagogica e didattica della scuola elementare/primaria.

Nel museo sono pubblicati i materiali raccolti e tra essi vi è una specifica sezione inserita nella Mediateca ed intitolata PINACOTECA che riporta un’ampia raccolta di quadri rappresentanti il mondo della scuola (molti dei quali inseriti nel video che ho realizzato) con relativi articoli che trattano dei pittori e con analisi delle opere.

1

QUANDO L’ARTE ENTRA IN PUBBLICITA’

ARTE E PUBBLICITA’

Lo spot della Lexus porta in campo due degli ingredienti fondamentali del messaggio pubblicitario: le immagini e la musica. Appaiono e fanno da sfondo al passaggio dell’auto opere d’arte facilmente identificabili, apparentemente protagoniste per la loro intrinseca predisposizione a catturare lo sguardo dell’osservatore essendo da una parte connotate da colori vivaci e da un’altra facenti parte del bagaglio di conoscenze di una larghissima parte del pubblico. Seppure il pallone gonfiabile potrebbe non essere immediatamente riconoscibile, il colore turchese acceso e la forma accattivante non lo lasciano passare inosservato. Per non parlare della ragazza che appare per prima, la monnalisa fiamminga di Veermer, che con il suo sguardo magnetico e intenso si volta a guardare la nuova Lexus come a significare che le opere d’arte si attraggono a vicenda. Ma il punto che a mio parere sembra più importante è che, dopo avere attraversato lunghi affascinanti percorsi, l’auto giunge a sera davanti all’ultimo scenario artistico rappresentato dal quadro di Hopper, grande pittore del realismo americano di cui si discuterà diffusamente in seguito. L’uomo che scende dalla Lexus entra in un locale dove una bella donna rossa lo attende. A questo punto l’opera d’arte cambia prospettiva, la solitudine e l’incomunicabilità espresse efficacemente dal pittore, che ritrae delle persone sedute al banco assorte nei loro pensieri e avvolte da una fredda luce al neon, si tramuta in una scena dove calore, sex appeal e reciproca intesa sono l’anteprima di un successo scontato.

Girasoli, Van Gogh

Ragazza con l’orecchino di perla, Veermer

Balloon Dog, Jeff Koons

Composition, A  Mondrian

Bagnanti ad Asnieres, Seurat

Nottambuli,  Hopper

 

L’ARTE IN PUBBLICITA’

 

ANALISI DELL’OPERA

FAI IL PUZZLE DELL’OPERA

 

ANALISI DELL’OPERA

FAI IL PUZZLE DELL’OPERA